LA RAMBLA DI BARCELLONA: IL RITROVO DEGLI ARTISTI DI STRADA

Vi piacciono gli artisti di strada e volete vedere il luogo d’Europa dove se ne trovano di più? È proprio a Barcellona che dovete andare!

Barcellona, La Rambla

A Barcellona gli artisti di strada si ritrovano sulla Rambla, il lungo viale alberato che da Plaça de Catalunya arriva sino al Monument a Colom, la statua di Cristoforo Colombo che guarda verso il mare aperto. La Rambla, lunga arteria che divide i due quartieri del Raval e del Barri Gotic, è una splendida e piacevole passeggiata che dal centro nevralgico della città arriva fino al mare. Passeggiando sotto i suoi alberi ombrosi, oppure sedendosi a prendere una bibita o una cerveza ad uno dei baretti che si affacciano lungo la via, non si può fare a meno di osservare, e di venire coinvolti dai singoli spettacoli degli artisti di strada. Sono tantissimi, e ognuno presenta le proprie peculiarità: ci sono le statue viventi, travestite nei modi più strani, più divertenti, con lo scopo di suscitare un sorriso e curiosità: i bambini in particolare rimangono affascinati da queste figure assolutamente immobili e truccatissime. Una fotografia ricordo è d’obbligo, a questo punto!

Ma non ci sono solo gli uomini-statua a rallegrare la Rambla: c’è chi canta, c’è chi suona, c’è chi dipinge, chi fa il mimo, il burattinaio e chi fa il giocoliere… la casistica è molto varia.

la rambla

Voglio ricordare due episodi che mi sono rimasti nel cuore lungo la Rambla: il primo risale a qualche annetto fa: eravamo a sorseggiare una birretta in uno dei locali lungo la Rambla. Davanti a noi scorreva la folla dei passanti. Tra di essi passeggiava un tipo strano, munito di bombetta, che faceva scherzi a chiunque, donne, uomini, bambini, anziani… a ciascuno di loro faceva una sorta di candid-camera: imitava la camminata strana di un ignaro signore, ne imitava un altro come se fosse l’ombra, faceva finta di voler mangiare il gelato ad un bimbo, abbaiava improvvisamente facendo trasalire la fanciullina distratta di turno, il tutto fra l’ilarità generale del pubblico seduto nel dehors del locale. Alla fine dell’improvvisato spettacolino il nostro “comico di strada” giustamente passava tra i tavoli a riscuotere il prezzo del biglietto.

L’altro episodio riguarda uno degli spettacoli dal vivo che io apprezzo di più gli spettacoli improvvisati cui può capitare di assistere, tra ovvero la breakdance in mezzo alla strada: in fondo, basta uno stereo e l’abbigliamento adatto. Quella volta lo spettacolino si era svolto in fondo alla Rambla, vicino al monumento a Cristoforo Colombo: un gruppo di ragazzi americani aveva letteralmente catalizzato l’attenzione dei passanti offrendo uno spettacolo di breakdance: evoluzioni in aria, velocità, ritmo e acrobazie: una meraviglia per gli occhi. C’era persino il presentatore, che chiedeva l’offerta, coinvolgeva le ragazzine, si esibiva con gli altri in qualche acrobatico salto mortale a suon di musica tecno.

Per concludere, gli artisti di strada si trovano dappertutto, non solo nelle grandi città ma ovunque ci sia da fare festa e ovunque ci sia tanta gente. A Barcellona, però, la loro presenza fa parte del carattere della città. Un’ulteriore conferma della poliedricità e dell’apertura della capitale catalana, capitale dei giovani e di chi ha voglia di mettersi in gioco.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...