Tre borghi della Riviera di Ponente: San Lorenzo al Mare, Santo Stefano al Mare, Riva Ligure

La costa ligure è costellata da piccoli borghi affacciati sul mare. Nel Ponente Ligure i borghi sono davvero numerosi e spesso molto ravvicinati. Ti porto a visitare tre borghi del Ponente Ligure molto vicini tra loro: sono San Lorenzo al Mare, Santo Stefano al Mare e Riva Ligure, in provincia di Imperia, posti lungo la costa proprio tra Imperia e Sanremo. Collegati benissimo, tra l’altro, dalla Ciclovia del Ponente Ligure.

Le agavi caratterizzano le scogliere del Ponente Ligure. Qui a San Lorenzo al mare

San Lorenzo al Mare: una terrazza sul mare

Da questo piccolo borgo di mare a pochi km da Imperia parte la Ciclovia del Ponente Ligure che sfrutta, nel suo tracciato, la vecchia ferrovia che passava sotto costa. E infatti l’avvio della Ciclovia è proprio dalla ex-stazione di San Lorenzo. Oggi vi si possono affittare biciclette e risciò per arrivare fino a Sanremo e ritorno.

Il borgo sul mare di San Lorenzo è davvero piccolo: un carrugio (vicolo) principale percorre il centro storico e sbuca sul mare. L’affaccio al mare è arricchito da alcune opere d’arte contemporanea: Cerbero dell’artista tedesca Karin Grudda, un cagnolone di bronzo che guarda il mare e che su una zampa riporta incisa una stele della Lunigiana: omaggio alla Liguria da parte dell’autrice (che io ho avuto modo di conoscere in occasione di una sua mostra a Ostia antica).

Carin Grudda, Cerbero, Lungomare di San Lorenzo al Mare (IM)

Ma la bellezza della passeggiata a mare di San Lorenzo si coglie allontanandosi dal mare verso ovest, su una passeggiata pedonale che sovrasta la spiaggia e le insenature rocciose, regalando scorci unici di una bellezza pazzesca, e che corre accanto alla Ciclovia del Ponente Ligure. Incredibile, data la vicinanza, pensare quanto il treno una volta passasse vicino al mare. In effetti la ferrovia ligure storica che collegava Genova con Ventimiglia era pensata anche per essere panoramica, visto che era soprattutto una ferrovia turistica, ad uso di quei turisti internazionali, in particolare inglesi, ma anche svizzeri e russi, che venivano in Riviera a svernare e a curare le malattie respiratorie.

San Lorenzo al mare: murales in spiaggia

Percorrendo questa passeggiata panoramica, ombreggiata dai pini e vivacizzata dagli aloe in fiore, l’attenzione è colta da un muraglione che arriva in spiaggia completamente dipinto. Un murales bellissimo, che racconta la vita sottomarina ligure, con la sua fauna tipica, tra cui granchi, cavallucci marini, pesce azzurro, calamari e poi lui, uno dei frequentatori del Santuario dei Cetacei che si trova al centro del Mar Ligure: il capodoglio. Il tutto in un’ambientazione vivacissima, coloratissima, allegra, come allegro dev’essere stare “in fondo al mar“.

San Lorenzo al Mare, il murales in spiaggia che celebra il Santuario dei Cetacei e la fauna marina del Mar Ligure

Santo Stefano al mare

Da San Lorenzo si raggiunge Santo Stefano al mare in due modi: o in bicicletta lungo la Ciclovia del Ponente Ligure o in macchina, lasciando San Lorenzo e svoltando al bivio per Marina degli Aregai, il bel Porto turistico di San Lorenzo al Mare.

Dal porto di Marina degli Aregai la passeggiata a mare è piuttosto lunga e piacevole e infine raggiunge il paese, Santo Stefano, borgo marinaro che si sviluppa attorno a un carrugio più ampio che corre parallelo alla linea di costa e in piccoli vicoletti che conducono da una parte verso la marina, dall’altra verso l’immediato entroterra che, un tempo, doveva essere destinato alla coltivazione. Il carrugio è sorpassato da piccoli archetti che collegano e al tempo stesso rafforzano le strutture delle case che vi si affacciano. L’insieme risulta molto elegante e sobrio, da tipico borgo ligure di mare.

Il carrugio principale di Santo Stefano al mare

Alla fine del carrugio si sbuca in una piazzetta affacciata sul mare sulla quale si erge la chiesa romanica di Santo Stefano protomartire. La chiesa è del XIII secolo ed è una testimonianza importante dell’antichità di frequentazione di questi luoghi. Di fronte sorge l’oratorio del Santo Cristo, più recente, ma che insieme alla chiesa romanica costituisce una quinta scenografica non indifferente. La passeggiata sul mare, poi, è molto piacevole, tra tamerici e il piccolo porticciolo di barche di pescatori che si godono il rosato del tramonto.

Il borghetto di Santo Stefano sullo sfondo di un cielo rosato

Riva Ligure

Proseguendo in direzione ovest si esce dal piccolo borgo di Santo Stefano e si entra a Riva Ligure.

I due borghi, Santo Stefano e Riva Ligure, sono davvero vicini, uno la continuazione dell’altro. Anche Riva Ligure, come Santo Stefano, si organizza intorno a un carrugio centrale, parallelo alla linea di costa, dal quale si dipartono i vari vicoletti laterali in direzione del mare o dell’immediato entroterra agricolo.

E l’immediato entroterra di Riva Ligure in effetti è piuttosto antico: a Capo Don, lungo la via Aurelia, si trova la basilica paleocristiana del sito archeologico di Costa Balenae (ci ho lavorato anch’io, quand’ero giovane!): il territorio era frequentato da età romana, ma è dall’età medievale che si sviluppa. La basilica cristiana è una basilica cimiteriale nella quale viene seppellito chi evidentemente vive nel circondario. Un circondario che dunque dobbiamo immaginare abitato, anche se non riunito in centri urbani particolarmente grandi.

Ma torniamo a Riva Ligure. Il carrugio principale culmina nella piazzetta su cui affaccia la bella chiesa barocca di San Maurizio.

Riva Ligure, la chiesa barocca di San Maurizio

Proseguendo, il paese finisce e si arriva a lambire la torre antibarbaresca che costituisce anche il limite della passeggiata. Nei giardinetti antistanti la fortificazione una big bench rossa ci fa sentire piccoli piccoli di fronte alla Storia, di fronte all’immenso mare che oggi è calmo, ma domani chissà.

Io piccola piccola al cospetto della Big Bench di Riva Ligure

7 risposte a "Tre borghi della Riviera di Ponente: San Lorenzo al Mare, Santo Stefano al Mare, Riva Ligure"

Add yours

  1. Io adoro queste panchine giganti. So che ce ne sono tante anche nelle mie zone ma non sono ancora riuscita a stanarle. Qui, poi, deve offrire una splendida visuale sul panorama.

  2. Che meraviglia leggere delle mie zone! Ho lavorato a Riva per più di un anno e spesso passeggio sul lungomare di Santo stefano, che per me è uno dei più belli in provincia!

  3. Conosco benissimo questi tre paesini perchè sono tutti molto vicini al luogo dove abito. Sono tre gioielli, dove si respira una atmosfera di pace e soprattutto hanno un mare stupendo!

      1. Da qualche anno frequento questi luoghi a misura d’uomo.Borghi interessanti, mare, pesca, running sulla fantastica ciclabile, accoglienza ottima e prezzi onesti degli appartamenti in affitto, che si vuole di più?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

Crea un sito o un blog gratuito su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: