Dal Ghetto a Trastevere: scoprire Roma con XcityTours

Pensi di conoscere bene Roma?

Pensi di sapere tutto, ma proprio tutto dei suoi quartieri? C’è solo un modo per scoprirlo: mettersi alla prova. E quale migliore prova di un quiz? E se il quiz fosse itinerante? Un tour quiz?

x city toursCi hanno pensato le ragazze di XCityTours, che hanno ideato un percorso che dal cuore del Ghetto, Piazza Mattei con la sua Fontana delle Tartarughe, conduce fino al cuore di Trastevere, in Piazza Santa Maria in Trastevere, sopo aver attraversato l’Isola Tiberina e aver percorso un bel tratto di Lungotevere.

Il percorso non è né liscio né lineare: è organizzato per tappe e per andare avanti occorre risolvere il quiz che a ciascuna tappa è abbinato. Ogni squadra di concorrenti ha a disposizione, oltre alla lista delle domande, anche una mappa per orientarsi in città e un libricino sul quale sono spiegate una per una le tappe: pagine di storie e di curiosità davvero interessanti.

Il gioco, perché di questo si tratta, dura all’incirca due ore e mezzo, ma non vince chi arriva primo: vince chi risolve tutti i quiz e si gode davvero il tour. Perché, ricordiamo, si tratta di un tour quiz! Un tour alla scoperta di un settore della città e che stimola l’osservazione, l’intuito, la curiosità! E non toglie spazio all’esplorazione e al tempo, necessario ormai, per fare qualche foto ricordo, qualche selfie, nonché le stories su instagram.

Vi racconto brevemente il mio tour quiz a Roma con XCityTours.

Tour quiz nel Ghetto Ebraico

pietre d'inciampo ghetto roma
Pietre d’inciampo nel Ghetto di Roma

Appuntamento in Piazza Mattei, nel cuore del Ghetto Ebraico. La piazza è famosa per la Fontana delle Tartarughe, ed è collegata al corso principale del Ghetto da una stradina lungo la quale, se si aguzza per bene lo sguardo, si noteranno per terra le Pietre d’Inciampo. Le Pietre d’Inciampo nascono da un’iniziativa dell’artista tedesco Gunter Demnig che consiste nell’inserire nel selciato stradale i nomi di vittime delle deportazioni naziste e dei campi di concentramento davanti al portone delle case in cui costoro avevano vissuto. Fa impressione notare la pietra d’inciampo, dorata con iscritto il nome del deportato e le note biografiche, proprio davanti alla porta di casa di costui. Questa disseminazione è in atto in tutta Europa da 30 anni ormai: la prima pietra d’inciampo è stata posta a Colonia nel 1992, in Italia le prime sono apparse nel 2010, ma solo negli ultimi anni se ne sta parlando con più attenzione. Nel Ghetto di Roma, come potete immaginare, sono tante, purtroppo. Ognuna di esse è un macigno sul cuore.

teatro di marcello
Il Teatro di Marcello

Il tour quiz a questo punto fa una digressione storica sul luogo in cui ci troviamo: il Ghetto sorge immediatamente alle spalle del Teatro di Marcello e della Porticus Octaviae, della quale restano alcune colonne ancora in piedi, divenute ingresso della chiesa di Sant’Angelo in Pescheria (in età romana questo era il Foro Piscario, ovvero il mercato del pesce). Si prosegue poi, concludendo il tour del Ghetto, mentre si appressa l’Isola Tiberina.

I segreti dell’Isola Tiberina

Io amo l’Isola Tiberina. È bellissima, così nel mezzo del Tevere, ed è anch’essa carica di storia: vi sorgeva un tempio dedicato ad Esculapio in età romana. Esculapio era divinità preposta alla salute, così non stupirà che oggi vi si trovino ben due ospedali, il Fatebene Fratelli e l’Ospedale Israelitico. Sull’Isola Tiberina poi si trova la trattoria più famosa di Roma: la Trattoria della Sora Lella, un’istituzione tanto quanto la trattoria della Sora Margherita al Ghetto (segnatevi i nomi, non ve ne pentirete).

isola tiberina
L’isola tiberina
Ponte quattro capi
L’erma che dà il nome al Ponte Quattro Capi

Eppure grazie al tour quiz ho scoperto che il Ponte Fabricio, che conduce sull’isola Tiberina, ha anche il nome Ponte Quattro Capi, e ho scoperto perché ha questo nome: narra la leggenda che il papa di turno, volendo restaurare i ponti di Roma, avesse incaricato 4 architetti; costoro però non lavoravano in armonia, ma piuttosto si facevano guerra e dispetti a vicenda. Quando nonostante le loro diatribe interne il ponte fu restaurato, il papa volle una punizione esemplare: li condannò a morte, per decapitazione, proprio sul ponte Fabricio e, non contento, fece realizzare delle erme sulle quali stavano le 4 teste degli architetti, per sempre insieme e mai in grado di guardarsi: i Quattro Capi, per l’appunto.

In realtà quelle due erme sono molto più antiche, ma la storia è oggettivamente accattivante.

Il tour quiz si sposta poi a Trastevere.

Maraina a Trastevere
Maraina a Trastevere insieme alla Gioconda 😉

Trastevere è il quartiere del centro di Roma più pittoresco e più frequentato sia dai romani che dai turisti. Un quartiere che riesce, almeno di giorno, a mantenere una sua identità quasi da paese, dove i rumori della città non si sentono, mentre si coglie la vita di quartiere, la street-art, gli artisti di strada, e si colgono i dettagli, come la Fontana della Botte, che si trova in una via traversa, via della Cisterna; ma passeggiare per Trastevere è la meraviglia continua, è la continua scoperta di qualcosa di nuovo.

piazza santa maria in trastevere
Piazza Santa Maria in Trastevere al chiaro di luna

Io per esempio amo il Museo di Roma in Trastevere con le sue mostre fotografiche; e amo anche la splendida chiesa di Santa Maria in Trastevere, per me una delle sette chiese più belle di Roma. Appena entrati, vi colpiranno i pavimenti cosmateschi, in piccole tessere di marmo policromo; ma poi alzando lo sguardo incontrerete l’abside dorato: anch’esso a mosaico, raffigura un Cristo meraviglioso, seduto in trono accanto alla Madonna tra santi, da cui davvero irradia luce.

Santa Maria trastevere
Il mosaico di Santa Maria in Trastevere

La piazza di Santa Maria in Trastevere è il cuore pulsante di Trastevere. E qui, in questa piazza, si conclude il Tour Quiz di X City Tours.

Partecipare a X City Tours

Il tour quiz di Roma Ghetto e Trastevere ha un calendario predefinito: per scoprirlo occorre seguire X City Tours sul sito web oppure sui social.

Io posso solo dirvi di partecipare utilizzando il codice sconto TESORO per ottenere il 30% di sconto sui tour quiz non solo a Roma, ma anche a MIlano e nelle altre città valido fino al 1.09.2020

Io mi sono divertita durante il tour quiz. Sono sicura che vi divertirete anche voi.

* post scritto in collaborazione con XCityTours

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: