Dubai non è solo lusso

Pochi giorni fa su facebook mi sono imbattuta nell’ennesima discussione: “Ma a Dubai cosa c’è da fare oltre allo shopping di lusso?

Mi prendo la briga di rispondere.

Dubai not only luxury

Premesso che shopping di lusso lo si può fare ovunque, sia in Italia (Milano: via Montenapoleone; Firenze: via Tornabuoni; Reggello (FI, Toscana): The Mall; Roma: via Condotti) che all’estero (Parigi: Place Vendôme; New York: Fifth Avenue), non si può pensare a Dubai solo ed esclusivamente come a una meta dello shopping di lusso. È riduttivo e ingiusto nei confronti di un Emirato dalle grandi potenzialità e soprattutto dall’offerta (turistica, culturale ed esperenziale) diversificata.

Non è la prima volta che scrivo sull’argomento. La prima volta, in “Dubai, le 10 cose da sapere prima di partire” ho spiegato in pochi, rapidi, essenziali punti, gli aspetti di Dubai da conoscere prima di intraprendere un viaggio verso l’Emirato. Un’altra volta, invece, ho raccolto i sette miti da sfatare che incombono su Dubai e che condizionano l’opinione pubblica.  Nel mio diario di viaggio a Dubai ho spiegato cosa mi spinse a partire e cosa trovai, e, di conseguenza, perché secondo me Dubai non è solo lusso, ma molto molto di più.

Ho parlato di Dubai, dei suoi falsi miti e della sua bellezza anche recentemente in un’intervista a Radio Agorà 21 con Elisa Midelio di Viaggiare con Serendipità: qui trovate il podcast.

I luoghi dello shopping a Dubai

Visto che volete sentir parlare di shopping, iniziamo da qui. Shopping.

Una vetrina nel souq dell’oro di Dubai

A Dubai vi sono due differenti poli: da un lato abbiamo i grandi centri commerciali, Dubai Mall e Mall of the Emirates, nei quali si trovano effettivamente le boutiques dell’alta moda accanto, però, a negozi più a buon mercato. Dall’altro abbiamo i souq. Eh già, siamo in un paese arabo, e qui da che mondo è mondo, lo “shopping” si fa in queste strette vie coperte sulle quali affacciano le piccole botteghine dei commercianti. A Dubai, nella città vecchia, troviamo il souq delle stoffe, il souq delle spezie e il souq dell’oro. Ecco, al souq dell’oro sì che si fa shopping di lusso! Certo, non troveremo le boutiques di Cartier o di Bulgari, ma gli ori di cui risplendono le vetrine di questo centro commerciale tipicamente arabo fanno risplendere gli occhi e i sorrisi. E comunque io preferisco di gran lunga il souq delle spezie, frequentato dalle donne dubaite, e non solo; nel souq delle stoffe invece ho comprato un paio di babbucce da mille e una notte tutt’altro che di lusso, ma decisamente d’effetto!

Non di solo shopping vive Dubai

Burj Khalifa Dubai
Burj Khalifa, il grattacielo più alto del mondo

Davvero pensate che a Dubai ci sia solo da ronzare nei centri commerciali rimbalzando da una vetrina di Jimmy Choo  a una di Valentino, incappando incidentalmente in una pista da sci coperta o in un acquario? Sarebbe veramente poca cosa, non credete? E infatti Dubai è molto di più.

Basta solo uscire dal Dubai Mall per rendersene conto: nel cuore di Downtown Dubai, il cuore pulsante della città, accanto al centro commerciale si erge, altissimo, maestoso, elegante, il Burj Khalifa, la torre più alta del mondo. At the Top” è l’attrazione delle attrazioni, il grattacielo che tutto il mondo invidia. E ve ne potete rendere conto proprio entrando nel Burj Khalifa: un’introduzione iniziale vi mostra la storia dei grattacieli e delle torri moderne che hanno fatto la storia, dalla Tour Eiffel all’Empire State Building alle Petronas Twin Towers di Kuala Lumpur: se da un lato vi fa tenerezza questa spasmodica ricerca dell’uomo di arrivare fino al cielo e di battere i record ogni volta (come se fosse una gara a chi ce l’ha più lungo, anzi più alto), dall’altro non potrete non ammirare l’ingegno, le architetture, lo studio delle leggi fisiche e l’incredibile capacità dell’uomo di assecondarle al proprio scopo. A me affascina questo di Dubai: la continua ricerca di superare i limiti non fine a se stessa, ma come conquista e innovazione per l’umanità.

Dubai vive dunque di innovazione, di tendenza al massimo, all’eccellenza nei campi dell’ingegneria, dell’urbanistica e dell’architettura. Con un occhio alla tradizione, da una parte, e al lusso (è vero) dall’altra. Dubai in effetti è divenuta famosa in Occidente quando fu inaugurato il Burj-al-Arab, l’hotel a vela, come è stato ribattezzato da noi. E poi ha continuato a stupirci con la creazione di Palm Jumeirah, un intero quartiere/arcipelago a forma di palma costruito nel Golfo Persico, e ci ha fatto sognare con The World, l’arcipelago a forma di planisfero, in cui ogni isoletta, privata, è a forma di Stato, isola o continente del nostro pianeta. Dal Burj Khalifa voi vedete tutto dall’alto, così come dall’alto, sulla parte opposta del panorama, vedete il deserto che incombe, cui l’Emirato strappa ogni giorno metri e metri, ma senza il quale Dubai non sarebbe Dubai.

Dubai per tutti

Ski Dubai
Ski Dubai, Mall of the Emirates

Dubai continua ad apparire stereotipata agli occhi degli Italiani e degli Occidentali in genere. È percepita come troppo costosa, come preclusa a noi comuni mortali perché si ha la sensazione che tolti i luoghi del lusso e dello shopping di lusso non ci sia modo di fare altro. Ebbene, questo è un grossolano errore e non mi stancherò mai di ripeterlo. Dubai offre possibilità a tutti. Vuoi andare al mare sul Golfo Persico? Dubai ha la lunghissima spiaggia di Jumeirah. Vuoi andare all’acquario? Un grande complesso si trova presso l’Atlantis Hotel, in cima al Palm Jumeirah. Come lo raggiungi? Con un bus Hop on- Hop off, per esempio, come consiglio qui, che in una metropoli come Dubai è davvero necessario. Sei più tradizionalista? La città vecchia, con il quartiere di Bastiakija, il Dubai Museum, e ancora i souq di Dweira sapranno soddisfarti. Ti interessa la religione mussulmana? La Grand Mosque di Jumeirah organizza visite guidate improntate proprio alla diffusione della conoscenza dell’Islam. Se ti attira il deserto, infine, in tantissimi organizzano escursioni in jeep sulle dune: le puoi prenotare già dall’Italia o direttamente sul posto.

E per mangiare?

Si trovano cibi, ristoranti, ristori per tutte le tasche. Persino nei grandi mall si riesce a mangiare con pochi dirham, la moneta degli Emirati.

E per dormire?

Tranquilli, il Burj-al-Arab non è l’unico hotel di Dubai; nemmeno l’Atlantis Hotel, e nemmeno l’Armani Hotel nel Burj Khalifa lo sono. In tutta la metropoli si trovano hotel per tutte le tasche che, come vuole la nostra epoca globalizzata, concedono camere in offerta su siti come Booking.com e simili.

DownTown Dubai
Downtown Dubai al tramonto

Io amo Dubai, e non mi stancherò mai di parlarne e di promuoverla. Ora tocca a voi, però: cosa non vi convince di Dubai? Cosa vi lascia perplessi? O al contrario cosa vi entusiasma? Scrivetelo nei commenti!

Annunci

38 risposte a "Dubai non è solo lusso"

Add yours

  1. Per una serie di coincidenze stavo giusto scrivendo un post su Dubai che uscirà a febbraio sul mio blog… sai però che a me ha fatto un effetto totalmente opposto? Ormai ci passo giusto se devo fare scalo su un volo a lungo raggio, ma non mi ha conquistata per niente!

    1. Beh, ti confesso che all’epoca andai con mio marito e tanto rimasi ben impressionata io quanto a lui piacque poco. Giustamente ognuno ha i suoi gusti e le sue aspettative ☺
      Quando uscirà il tuo post sarò curiosa di leggerlo: è giusto sentire anche una voce diversa dalla mia.

  2. Articolo molto interessante in effetti. Non ho mai preso in considerazione Dubai come prossima meta, forse anche a causa degli stereotipi di cui parlavi tu. Mi fa piacere comunque sapere che c’è molto altro!

  3. E’ una meta che mi incuriosisce molto, ma vedo pareri molto diversi, contrastanti, magari approfitterò di uno stop over lungo per farci almeno un giro. Intanto grazie per il tuo racconto!

  4. Ciao Marina, io a dire il vero mi sono rotta di ascoltare e leggere luoghi comuni sui posti, specialmente sui paesi arabi. Innanzitutto perché non vedo cosa ci sia di schifoso o poco attraente nel lusso. Ogni tanto mi sembra che le persone siano tante piccole volpi che, non arrivando all’uva, dicono che è acerba. In secondo luogo, credo che criticare un luogo adducendo sempre gli stessi motivi sia spesso sinonimo di cecità: davvero non vedete altro che lusso? Ma un posto, per quanto lussuoso, è comunque la sua storia. Che, per l’appunto, non si può ridurre a questo. Io, qualche mese fa, sono stata in Qatar e, ultimamente, leggevo persone che sconsigliavano di visitarla o di fermarcisi troppo in caso di scalo, perché “tanto non c’è niente da fare”. Io credo che questo faccia la differenza tra chi viaggia e chi no

    1. Sono d’accordo con te. Io scrivo “non solo lusso” proprio per far vedere che non c’è solo quello, ma è fuori di dubbio che Dubai attrae (e respinge) proprio per questa sua immagine luxury che ha. Ognuno si può poi fare la sua opinione, ma almeno che abbia sperimentato sulla sua pelle la buona o cattiva esperienza!

  5. È una meta che voglio approfondire. Molte città sono viste come shopping e basta, ma gli stereotipi secondo me sono ingiusti verso una cultura e verso la città stessa.

    1. Esatto. Almeno prima di parlare sarebbe opportuno verificare di persona. Poi si può pure avere un’impressione negativa, ma almeno la si sarà avuta sulla base della propria esperienza. Io almeno la penso così, e vedo che siamo d’accordo ☺

  6. Non ci sono mai stata, ma in effetti ho sentito tanti luoghi comuni su Dubai! Sinceramente sono molto curiosa di vederla dal vivo per farmi un’idea 😊

    1. Beh, giustamente ognuno visita i luoghi che pensa possano attrarlo di più o fa viaggi più consoni al proprio modo di essere e di sentire. Per esempio: a me non attira l’Aurora Boreale, perché l’idea mi fa talmente freddo che dovendo scegliere tra quella e un altro viaggio farei l’altro viaggio; è tutta questione di gusti 🙂

  7. Io non ci sono mai stata ma a me attira un sacco. Vorrei andare negli Emirati e scoprire Dubai e Abu Dhabi. Grazie per tutte le informazioni… Leggerò anche i post correlati

  8. Ecco Dubai è una di quelle città della quale così a priori non saprei davvero che impressione potrebbe suscitarmi 😀 vorrei sperimentarla di persona perché sento sempre pareri contrastanti

  9. Non ci sono ancora stata, ma dall’idea che mi sono fatta probabilmente Dubai merita una visita magari durante uno scalo, mentre farla diventare la unica e sola destinazione per una vacanza forse è un po’ forzato. Che ne pensi?

    1. Per me Dubai era stata la meta e non uno scalo. Ci sono stata 3 giorni e col senno di poi avrei anche potuto starci 4 giorni, perché di cose da fare volendo ce n’erano (per esempio un’escursione nel deserto, che è una delle attrazioni dell’Emirato). Se vi tornassi probabilmente amplierei il discorso ad Abu Dhabi e a Doha, in modo da avere un quadro completo di quel pezzettino di mondo.

  10. Ho sempre collegato Dubai al lusso e alle spese eccessive. Mi fa piacere leggere queste parole, visto che prima o poi ci andremo, sapere che non dovremo per forza spendere due stipendi in pochi giorni è positivo!

  11. Devo ammettere che a me l’idea di visitare Dubai intriga e incuriosisce proprio per le sue diversita’ e contraddizioni. Prima o poi spero di avere l’occasione di visitare questo Emirato cosi’ occidentale e cosi’ orientale al tempo stesso.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: