Dubai: 7 miti da sfatare

Il mio viaggio a Dubai risale a qualche tempo fa, e nei post che ho dedicato a questa magica città (qui vi dico quali sono le 10 cose da sapere prima di partire) ho sempre cercato di far emergere le sue anime che convivono: quella della città tradizionale accanto alla città proiettata nel futuro. Tuttavia leggo spesso in giro che molti luoghi comuni sono duri a morire, messi in giro, tra l’altro, da gente che a Dubai non ci ha mai messo piede. Ho deciso allora di sfatare in questo post 7 falsi miti che riguardano Dubai.

1) Dubai è una meta da ricchi

Falso!

Dubai è una meta per tutte le tasche. Il suo turismo è legato ancora molto al mondo arabo, nel senso che Dubai è sempre stata, diciamo, “la spiaggia” dell’Iran e degli altri paesi limitrofi. Tolte le grandi attrazioni luxury, Dubai offre a tutti identiche possibilità. La vita non costa molto diversamente dall’Europa, quindi noi non avvertiamo troppo la differenza di prezzo. Nei mall si trova da mangiare anche a basso costo mentre, ovviamente, le boutiques di alta moda hanno, come in Europa e resto del mondo, prezzi proibitivi per la maggior parte dei comuni mortali.

Anche le escursioni nel deserto, una delle grandi attrazioni di Dubai, sono a prezzi abbordabili. Del resto non bisogna nemmeno fare troppa strada a bordo delle jeep: Dubai è circondata dal deserto.

Dubai

Un quartiere di Dubai visto dalla terrazza At the Top del Burj Khalifa

2) A Dubai ci sono solo alberghi di lusso

Falso!

Certo, gli hotel di lusso come il Burj-al-Arab, l’Atlantis Hotel e l’Armani Hotel nel Burj Khalifa sono quelli che fanno notizia, ma vi assicuro che vi sono hotel adatti a tutti e che guardando su Booking o Trivago o altri siti di comparazione dei prezzi degli hotel si trovano molte buone possibilità nel quartiere di Deira (controllare) ben collegato al resto della città dalla metropolitana e dai taxi.

3) Si può fare shopping solo nei mall

Falso!

dubai shopping festival

Manifesto dello Shopping Festival 2012 al Dubai Mall

Accanto ai due grandi Mall, il Dubai Mall e il Mall of the Emirates, più noti per le loro boutiques di alta moda e per le loro attrazioni incredibili come la pista da sci o l’acquario che per altro, a Dubai ci sono molte altre possibilità di shopping. A Jumeirah c’è Madinat Jumeirah, un mall concepito come giardino arabo con tanto di fiume interno, ponticini e costruzioni in stile. I negozietti all’interno sono botteghe, negozi di souvenir e di abbigliamento o altro, in una cornice molto piacevole. Da lì, tra l’altro, si vede il Burj-al-Arab, l’hotel a forma di vela, che si trova molto vicino. In città, poi, nel grande quartiere di Deira, (controllare) si trovano altri centri commerciali e piazzette di mercati che danno il meglio di sé durante lo shopping Festival di febbraio.

Lo shopping, se così vogliamo chiamarlo, più entusiasmante, però, è quello nei souq. Qui si può mercanteggiare col vecchio negoziante, si possono acquistare stoffe, spezie, pelli e scarpe, gioielli nel souq dell’oro: un modo diverso, ma tradizionale, di concepire e di vivere il commercio nel mondo arabo.

4) Dubai non è una città culturale

Falso!

bastakija

il quartiere di Bastakija, Dubai

Chi lo dice non sa che a Dubai, nella città vecchia, a Bastiakija, si trova il Dubai Museum, dedicato alla storia di Dubai e alle sue tradizioni popolari, con ricostruzioni e diorami che raccontano gli antichi mestieri e passatempi, come la pesca delle perle nel golfo persico, un lavoraccio che oggi non si pratica più, ma di cui è giusto mantenere la memoria.

Cultura è anche biologia: in questo il parco marino dell’Atlantis a Palm Jumeirah è la risposta, con un acquario interessante perché propone la fauna acquatica e gli ecosistemi del Golfo Persico, oltre ad altri ecosistemi marini del mondo.

Cultura è anche religione: la visita alla Grand Mosque di Jumeirah non è semplicemente un entrare-vedere-uscire da un monumento, ma prendere parte ad una visita guidata che spiega i riti e la religione mussulmana ai visitatori di credo non islamico; un ponte nella direzione della conoscenza reciproca, necessaria per ogni tolleranza (e tra l’altro mi chiedo se nel mondo cristiano ci sia il corrispettivo in cui una visita guidata si prende la briga di spiegare ai turisti i fondamenti della cristianità)

Cultura è ricerca scientifica, che rimane in sordina, ma che lavora con i suoi ritmi e con i suoi progetti per ottenere risultati. A Expo2015 si sono visti alcuni aspetti di questa ricerca, destinata a trovare nuove forme di colture in regioni desertiche e a scarsità d’acqua.

5) Dubai è una città senza storia

Falso!

Dubai una sua storia ce l’ha, anche se non particolarmente antica. Il Dubai Museum ha il compito di raccontarla attraverso le sue ricostruzioni e l’esposizione anche dei risultati di scavi archeologici realizzati in occasione della costruzione di quartieri ed edifici.

Il quartiere di Bastiakija è il quartiere storico di Dubai: le sue torri del vento sono la caratteristica architettonica principale, concepite in modo da far circolare aria fresca nelle torride giornate qui sul Golfo Persico. Questo quartiere, chiuso rispetto al resto della città, è un mondo a parte, calmo, tranquillo, pacifico.

6) Dubai è solo lusso ed esagerazione

Falso!

Burj Khalifa Dubai

Burj Khalifa, il grattacielo più alto del mondo

Dubai è la città dei record: prima l’hotel più alto del mondo, il Burj-al-Arab, poi il grattacielo più alto del mondo, il Burj-khalifa, poi il grande quartiere strappato al mare a forma di palma, il Palm Jumeirah, poi l’arcipelago a forma di planisfero le cui isolette sono abitabili da chiunque (facoltoso) voglia acquistarne una. E la lista potrebbe continuare e continuerà. Ma vedere solo il lusso,  l’esagerazione, l’ostentazione dietro tutto ciò è un po’ riduttivo. È vero, se l’emiro di Dubai non avesse tanti soldi da spendere non avrebbe trasformato questo angolo di deserto arabico in un’attrazione; invece ha voluto circondarsi di cose belle, e per farlo ha chiamato architetti, urbanisti, ingegneri, chiunque fosse in grado di realizzare i suoi svariati sogni. Pensate di essere un architetto, di avere un progetto che costerà milioni di dollari e di trovare il committente che non vede l’ora di farvelo realizzare. Dubai è la città degli eccessi perché c’è il grattacielo più alto del mondo? Ok, ma dietro quella costruzione c’è studio, ricerca, un team di architetti tra i più bravi del mondo che si sono messi lì a realizzare un edificio perfetto e da record. E allora ben venga l’esagerazione, se serve a raggiungere e superare sempre nuove frontiere della fisica e della scienza.

7) A Dubai le donne devono vestirsi “in un certo modo”

Falso!

A Dubai ogni donna si veste come vuole, o meglio, com’è abituata a vestirsi a casa propria. Le Occidentali vanno in giro tranquillamente senza velo, che non è né imposto né consigliato. Le donne arabe, a seconda della loro etnia e provenienza, indossano il loro soprabito tipico e/o il velo secondo quanto sono abituate a fare. Ma fanno shopping nei mall come le Occidentali e possono indossare sotto la loro veste tacchi a spillo tanto quanto fanno le Occidentali in Europa o America. Nessuna differenza, dunque. A Dubai, a Jumeirah, c’è una spiaggia per sole donne, ma in generale non è un problema andare al mare per le donne a Dubai: il costume da bagno, intero o bikini che sia, potete indossarlo tranquillamente in tutte le spiagge (qui un articolo sulle spiagge più note di Dubai).

Solo in un caso le donne Occidentali devono indossare il velo: quando visitano la Grand Mosque. Allora sì, il rispetto per il luogo sacro impone il velo e i piedi scalzi. Ma tolto questo luogo, le donne a Dubai vestono come pare loro.

DownTown Dubai

Annunci

11 thoughts on “Dubai: 7 miti da sfatare

  1. Ciao! Concordo su tutti i punti, siamo abituati a pensare solo al volto più noto di Dubai (lusso e modernità), ma visitandola ci si accorge che è molto più interessante e sfaccettata. Certamente è molto diversa dalle capitali europee a cui siamo abituati, ma ha un fascino differente che personalmente ho apprezzato anche se la mia visita è stata di soli due giorni 🙂

    • Anch’io stetti pochissimi giorni, ma l’impressione che ebbi fu forte e chiara: diversissima dalle nostre città, che ruotano tutte intorno ai centri storici, mentre quella parte di “esagerazione” è fatta con criterio e intelligenza. La vedo come una città dalla fortissima personalità, tutt’altro che frivola

  2. Non sono mai stata a Dubai e non è una meta che mi attira particolarmente (per questo non mi sono mai informata nel dettaglio), ma hai fatto benissimo a scrivere questo post: in effetti le uniche cose che ho sentito su questa città sono i luoghi comuni che hai sfatato!! Quindi grazie 🙂

    • Grazie a te! Era da un po’ che pensavo di scrivere un post del genere. Negli anni, da quando andai io a oggi, ho visto che se anche è aumentato il turismo italiano verso Dubai, rimangono le stesse idee preconcette, che è difficile cancellare.

      • I preconcetti sono una bruttissima bestia, e la gente ha la testa così dura che nemmeno di fronte all’evidenza cambia idea a volte… io conosco benissimo Praga e ti assicuro, sento ancora delle robe che stento a crederci.

      • Il classico è che il cibo fa schifo. La maggior parte della gente è terrorizzata dal meteo, credono che ci sia la neve anche d’agosto, mentre spesso si sfiorano i 40. Non capiscono che se gli uffici di cambio scrivono 0 commissioni, è perchè ti fregano sul tasso e quindi continuano a farsi spennare, però poi è colpa dei cechi che sono ladri. Ah si, ed ovviamente Praga è in Cecoslovacchia e parlano il cecoslovacco… e che “cosa ti aspetti, è Europa dell’est”. Una fatica enorme guarda.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...