Gozo: è crollato l’Azure Window

La notizia è di quelle che lasciano sgomenti: un grande monumento naturale, un arco nella roccia scavato e plasmato dal mare che si allunga nel Mediterraneo sempre agitato è crollato, sotto il peso dei millenni e sotto i colpi incessanti delle onde, pochi giorni fa. Era l’Azure Window, una delle meraviglie della natura tra le più spettacolari d’Europa.

Azure Window
Azure Window

La notizia ha fatto giustamente il giro del mondo: per Malta non era semplicemente una roccia, ma un vero simbolo sia identitario dell’arcipelago, che di richiamo per le migliaia di turisti che ogni anno andavano a vederlo. Fino a pochi giorni fa.

L’Azure Window, lo dice il nome, era un ampio arco nella roccia plasmato dal lavoro millenario, incessante, delle onde di quest’angolo di Mediterraneo. Una vera finestra sul cielo e sul mare. Davanti a noi il mare aperto, qui una scogliera frastagliata che accoglie anche un altro monumento naturale, un grande faraglione noto come Fungus Rock. Il lavorio delle onde che qui si vengono a infrangere in continuo da migliaia di anni prima ha creato l’arco, e poi ne ha decretato la fine. La Natura dà, la Natura toglie.

Azure Window prima e dopo. Credits: TheGuardian

Sono state lamentate carenze da parte dello Stato maltese, che non avrebbe messo in sicurezza adeguatamente la roccia. Ma come si fa a contrastare una forza così grande? Ricordiamoci che sono le onde del mare che plasmano le nostre coste giorno dopo giorno, senza che noi ce ne accorgiamo. Poi un giorno, l’invisibile lavoro di secoli improvvisamente si fa notare con fragore: il fragore della roccia che crolla su se stessa e in acqua, per l’appunto. Lo stesso effetto di una frana per una montagna, se vogliamo. In questo caso però, a franare è stato un simbolo, tra i più amati dell’arcipelago di Malta.

Una spettacolare immagine dell’Azure Window. Credits: Meteoweb.eu

Curioso parlare al passato di una cosa che era e che non è più. Una notizia di attualità si inserisce nel mondo dei viaggi con una forza dirompente. Non posso far altro che andare indietro a cercare tra i miei post su Malta e correggerli. Perché i testi dei post restano qui, in archivio, indicizzati su google, e dio non voglia che qualcuno capiti su un post del 2012 senza accorgersi della data e pensi di poter andare là a cercarlo.

Mi piacerebbe sapere dagli altri blogger cui si pone questo problema come pensano di risolverlo: eliminando proprio Azure Window dai post? Oppure lasciandolo ma sottolineando che è crollato successivamente alla data della pubblicazione? Io penso che farò così. Mi dispiacerebbe cancellare dalla memoria un monumento naturale che, finché c’è stato, è stato una delle mete imperdibili per chi visita Malta e Gozo. Mi piacerebbe anche e soprattutto cancellarlo dalla memoria del mio viaggio a Malta, 9 anni fa: a Malta non c’era ancora l’Euro e c’era, bellissima, Azure Window.

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: