Alicante, Barrio Santa Cruz

Alicante, Barrio Santa Cruz

Alicante, Barrio Santa Cruz

Non puoi dire di essere stato ad Alicante se non passeggi per il Barrio Santa Cruz.

Si tratta di un quartiere totalmente a sé della città, in alto, appena al di sotto del Castillo di Santa Barbara. Questo è l’antica fortezza moresca occupata poi dagli Spagnoli cristiani e riconvertita in castello cattolico. Una grande bandiera gialla e rossa orgogliosamente ricorda che siamo in territorio spagnolo.

Il Barrio Santa Cruz è un quartiere piccolo e suggestivo della città vecchia, la quale a sua volta era la città fortificata degli Arabi; siamo dunque all’interno del nucleo storico più antico della città, che ancora è chiamato Villa Vella. E qui, vuoi per il pendio ripido, vuoi per la difficoltà di realizzare grandi strade, non è arrivato nulla dell’architettura moderna dei grandi palazzi della città bassa.

Poche stradine che salgono, sulle quali affacciano, da un lato e dall’altro, case di abitazione piccole, bianche, con le facciate decorate da finestre e vasi di fiori coloratissimi e vivaci. Su ogni casa è indicato il nome del proprietario: questa è casa di Maria, quella di Pedro, quell’altra di José. Stupendo. Sembra di essere in un pueblo sudamericano oppure su un’isola greca. Invece no, siamo in un angolo di Spagna mediterranea.

Il Barrio Santa Cruz ad Alicante

Il Barrio Santa Cruz ad Alicante

Noi siamo arrivati al quartiere dal retro, iniziando la risalita che porta al Castillo di Santa Barbara. Il Castillo in realtà è costituito da una lunga fortificazione che percorre tutta la sommità dell’altura, l’Alcazaba, e poi dal castello vero e proprio.

Le casette di Barrio Santa Cruz

Le casette di Barrio Santa Cruz

Il Barrio Santa Cruz si dispone a mezza costa al di sotto dell’Alcazaba moresca. Essendo un quartiere abitativo, non troverete né tapas bar, né ristoranti né alcuna attività ricettiva, solo case di abitazione i cui proprietari stanno tranquillamente seduti in mezzo alla strada. Quartieri ancora così “puri” se ne trovano pochi all’interno delle città moderne, e per questo mi colpisce ritrovarmici qui, ad Alicante.

Arrivando sul lato mare, poi, il quartiere sbuca in uno spiazzo dal quale, volendo, si ridiscende verso la città bassa. Siamo nel Parque de la Ereta, un bel percorso nel verde, tra alberi, fiori, acqua e terrazze digradanti che assecondando il pendio ci riportano verso il basso, fino alla Basilica di Santa Maria, un edificio gotico che consacra definitivamente la città ai Cristiani, dopo la cacciata dei Mori. La Ereta è un giardino molto ben congegnato: una passeggiata piacevole tra i fiori lilla di pawlonia, all’ombra della rocca su cui sorge il Castillo di Santa Barbara. Ed è passeggiando in questo settore della città che se ne apprezza la storia, guardando là davanti a noi, lo specchio argentato del mare.

Il Castillo Santa Barbara visto dal Parque de la Ereta

Il Castillo Santa Barbara visto dal Parque de la Ereta

Ma il bello del Barrio Santa Cruz, che nessuna descrizione può dare, è l’effetto che ti fa non appena vi metti piede. Sai quando dici “Stupendo!” e non ti capaciti di essere in un posto simile? Ecco, appena ho messo piede in questo quartiere, e ho visto le sue casette bianche decorate con azulejos e vasi di fiori ho pensato che queste viuzze non c’entravano nulla col resto della città, eppure erano la sola cosa della città che meritasse vedere. Più tardi, nella città bassa, ho corretto il mio giudizio a favore di Alicante, e già la discesa del Parque de la Ereta col suo tappeto di fiori lilla aveva contribuito, ma il Barrio Santa Cruz si è meritato un posto speciale nel mio cuore.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...