Ripercorrendo il percorso della MilanoSanremo…

La MilanoSanremo è, dopo il Giro d’Italia, la gara ciclistica più famosa del nostro Paese.

Antonio Rubino, gioco di percorso pubblicitario della Pasta Agnesi ispirato alla “classicissima” di ciclismo Milano-Sanremo (1910 ca.). Credits: Il favoloso mondo di carta di Totò

Come tutti gli anni, anche quest’anno, il 104° dacché è stata inventata, si svolgerà (quest’anno eccezionalmente di domenica, il 17 marzo) la competizione su due ruote più amata dagli Italiani. E soprattutto dai Liguri. Sì, perché la MilanoSanremo percorre un bel pezzo di Riviera Ligure di Ponente, da Varazze fino a Sanremo; soprattutto, il tratto sulla costa ligure è quello più importante perché viene trasmesso in diretta su RaiTre tutti gli anni. E per i Liguri che vivono lungo il tragitto della corsa, tradizione vuole che all’ora prevista per il passaggio si esca fuori di casa e ci si disponga lungo i marciapiedi, o a bordostrada, per vedere passare i ciclisti, certo, ma anche per sperare di essere ripresi dalle telecamere della Rai o dal mitico elicottero che sorvola la manifestazione lungo tutto il suo percorso.

Tutti gli anni della mia infanzia e adolescenza, finché ho vissuto nella Liguria di Ponente, si seguiva in TV l’avanzare della corsa. Quando vedevamo che arrivava nei pressi del nostro paese uscivamo in strada non senza aver messo a registrare su videocassetta il passaggio della corsa davanti a casa nostra. Quindi la corsa passava, davanti agli occhi sfilavano a velocità supersonica centinaia di ciclisti anticipati e seguiti da una serie di motociclette apripista e chiudigara. Quindi si rientrava, si mandava indietro la videocassetta e si sperava di essere stati immortalati. Nella migliore delle ipotesi ci riconoscevamo in una fugace chiazza di colore, nella peggiore era andata in onda la pubblicità o la regia aveva staccato sul gruppo in fuga. Ma che fossimo stati ripresi o no, la MilanoSanremo era una festa. Il passaggio della corsa da casa nostra era previsto per le 3.30 circa del pomeriggio, ma già dall’una le strade erano chiuse, le macchine non potevano essere parcheggiate sul marciapiede dell’Aurelia né potevano circolare (e questo significava tornare prima a casa da scuola!). Poi si accendeva la diretta TV, si cercava di indovinare in quale punto della Riviera di Ponente la gara si stesse svolgendo, quale borgo di mare stesse attraversando, quindi si cominciava ad uscire in strada, attirati da qualche motocicletta della polizia o dal rombare lontano dell’elicottero. L’emozione del passaggio della gara durava quei pochi istanti in cui i ciclisti ci sfrecciavano accanto, mentre noi applaudivamo al loro passaggio. Quindi rientravamo in casa e ci mettevamo tranquilli a guardare la continuazione della gara, tifando per gli Italiani ovviamente, non capendo un accidente di gregari e altri giochetti di questo tipo; li seguivamo su Capo Berta, poi a Cipressa e infine sul Poggio, l’ultima terribile prova di forza prima di giungere al traguardo in centro a Sanremo.

Panorama del Golfo Dianese, attraversato dalla MilanoSanremo

Panorama del Golfo Dianese, attraversato dalla MilanoSanremo

Questo il percorso, che vi riporto dal sito Rivieraligure.it

L’orario dei passaggi

ORA DI PASSAGGIO
Velocità media 40 Km/h 42 Km/h 44 Km/h
PROVINCIA DI MILANO
Milano – Via della Chiesa Rossa ex Dazio 10.10 10.10 10.10
Valleambrosia di Rozzano – SS. 35 “dei Giovi” 10.16 10.16 10.15
Badile di Zibido San Giacomo 10.20 10.20 10.19
Binasco – SS 35 10.25 10.24 10.24
Casarile – Statale 10.28 10.27 10.26
PROVINCIA DI PAVIA
Torre Mangano – Certosa di Pavia 10.39 10.38 10.37
Pavia – P.zza Alighieri – V.le C. Battisti – V.le Libertà 10.52 10.50 10.48
Gravellone 10.56 10.54 10.52
S. Martino Siccomario (circonvallazione) 10.58 10.55 10.53
Tre Re di Cava Manara 11.03 11.01 10.58
Ponte di Mezzana sul Fiume PO 11.08 11.05 11.02
Bressana Bottarone – SS. 35 11.12 11.09 11.06
Casatisma SS. 35 11.18 11.15 11.12
Casteggio 11.23 11.20 11.17
Montebello della Battaglia 11.27 11.24 11.20
Genestrello 11.30 11.26 11.23
Voghera 11.39 11.35 11.31
PROVINCIA DI ALESSANDRIA
Pontecurone-sp.10 11.50 11.46 11.41
Tortona 12.04 11.59 11.54
Pozzolo Formigaro 12.26 12.20 12.14
Novi Ligure (centro) 12.31 12.24 12.18
Basaluzzo (circonvallazione) S.P. 155 12.40 12.33 12.27
Capriata d’Orba – S.P. 155 12.49 12.41 12.34
Silvano D’Orba 12.57 12.49 12.42
Ovada 13.05 12.57 12.49
Gnocchetto (n. 3 P.L.) 13.17 13.08 13.00
PROVINCIA DI GENOVA
Rossiglione (circonvallazione) 13.23 13.13 13.05
Campo Ligure – 1° rifornimento 13.31 13.21 13.12
Masone 13.38 13.28 13.19
Passo del Turchino – Galleria m 180 13.43 13.33 13.24
Fado – Galleria m 120 13.47 13.37 13.28
Mele 13.55 13.44 13.34
Genova Voltri 14.01 13.50 13.40
Arenzano Gallerie m 235 – m 70 14.11 13.59 13.49
La Colletta 14.14 14.03 13.52
Cogoleto 14.19 14.07 13.56
PROVINCIA DI SAVONA
Piani di Invrea 14.22 14.10 13.59
Varazze 14.29 14.16 14.05
Celle ligure 14.35 14.22 14.11
Albissola Marina – Albisola Superiore Galleria Capo Torre m 300 14.41 14.28 14.16
Savona – Galleria Valloria m 115 – Lungomare Matteotti C.so Colombo – C.so Vittorio Veneto 14.45 14.32 14.20
Zinola 14.51 14.38 14.26
Vado Ligure 14.54 14.41 14.28
Spotorno – Galleria art. m 220 15.05 14.51 14.38
Noli – a dx per sp. 54 15.08 14.54 14.41
Voze – a sx per sp. 45 15.13 14.58 14.45
Le Manie (valico) 15.16 15.01 14.48
Le Manie 15.20 15.05 14.52
Finale Ligure
Lido di Borgio Verezzi 15.35 15.19 15.05
Pietra Ligure 15.38 15.22 15.08
Loano 15.42 15.26 15.12
Borghetto S. Spirito 15.47 15.31 15.16
Ceriale – 2° rifornimento 15.50 15.33 15.19
Albenga – V.le dell’Agricoltura – V.le Pontelungo P.zza Garibaldi – Via Genova – Ponte L.E. Viveri – Via Piave – innesto SS 1 “Aurelia” 15.58 15.42 15.27
Alassio – Via Mazzini – Corso L. da Vinci 16.08 15.51 15.36
Laigueglia 16.13 15.56 15.40
Capo Mele 16.18 16.00 15.44
Andora Marina 16.21 16.04 15.48
PROVINCIA DI IMPERIA
Capo Cervo – Mimosa 16.26 16.08 15.52
Cervo 16.27 16.09 15.53
S.Bartolomeo al Mare – SS. 1 16.29 16.11 15.54
Diano Marina – P.zza Garibaldi – V.le XX Settembre 16.33 16.15 15.58
Capo Berta 16.37 16.19 16.02
Oneglia – Via Serrati – Via della Repubblica 16.42 16.23 16.06
Imperia – V.le Matteotti – Via Nizza 16.46 16.27 16.10
S. Lorenzo al Mare 16.55 16.36 16.18
Costarainera 17.02 16.42 16.24
Cipressa 17.03 16.44 16.26
Torre Aregai – Innesto SS 1 – a dx 17.08 16.48 16.30
S. Stefano al Mare 17.11 16.51 16.32
Riva Ligure 17.13 16.53 16.34
Arma di Taggia – Galleria di Castelletti m 142 17.17 16.56 16.38
Capo Verde 17.21 17.00 16.42
SS. 1 – Bivio dx Poggio di Sanremo 17.22 17.01 16.42
Santuario N.S. della Guardia 17.25 17.04 16.45
Poggio di Sanremo 17.27 17.06 16.47
Innesto Via Aurelia SS 1 Via Cavallotti – Rondò Garibaldi – C.so Raimondo Corso N.Bixio – Giardini Vittorio Veneto 17.32 17.11 16.52
SANREMO – Lungomare Italo Calvino 17.37 17.15 16.56

La diretta TV è l’occasione per vedere un bel tratto di costa ligure, per attraversare tutti i paesi e le cittadine con lo sguardo e per giocare a riconoscerle: ad Albenga è inconfondibile l’attraversamento sul Ponte Rosso, tra Alassio e Laigueglia la silhouette dell’Isola Gallinaria che ricorda tanto una tartaruga è inconfondibile, così com’è inconfondibile Capo Cervo, con la splendida Chiesa dei Corallini che domina il borgo medievale. Più difficile riconoscere, per chi non è pratico, le varie Ceriale, Loano, San Bartolomeo al Mare, mentre affascinano, per il paesaggio e la difficoltà del percorso, Capo Berta, e poi la salita a Cipressa e infine il Poggio, classici esempi di come in Liguria si possa passare in un attimo dal mare alla ripida collina.

Il percorso della MilanoSanremo 2013. Fonte: catenacycling.com

Infine vi è l’arrivo, a Sanremo, sul Lungomare Italo Calvino, dopo l’ultimo curvone che altro non è che una rotonda davanti alla nuova (ormai non più) stazione ferroviaria. Simbolo di una fama che Sanremo aveva agli inizi del Novecento, quando la gara fu inventata, la MilanoSanremo è la voglia di aprirsi al resto d’Italia di una Liguria spesso un po’ troppo chiusa e introversa, che però svela se stessa in occasioni come questa.

Ah, già che siamo in tema di biciclette, lo sapevate che tra San Lorenzo e Sanremo c’è una pista ciclabile lunghissima che ricalca il vecchio tracciato ferroviario affacciata sullo splendido panorama offerto dalla costa e dal mare che la bagna? Aspettate che torni la bella stagione, e non vedrete l’ora di percorrere anche voi la vostra mini MilanoSanremo…

La pista ciclabile che collega San Lorenzo con Sanremo: un percorso lungo, salutare e con una vista superba! credits: LaStampa.it

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...