Roussillon, il villaggio dell’Ocra

Un tour dell’alta Provenza che si rispetti non può non passare da Roussillon, nel Luberon. Il villaggio è in effetti una delle mete più ambite lungo i percorsi della lavanda, nonostante non sia il lilla qui il colore predominante: Roussillon sorge nel bel mezzo di una conformazione geologica del tutto particolare, in quanto qui le rocce sono costituite da ocra rossa di un rosso vivo fiammante. In passato furono aperte vere e proprie cave per l’estrazione dell’ocra, laddove oggi si può camminare lungo i Sentieri dell’Ocra, che dal paese di Roussillon, con un percorso ad anello di 35 o 50 minuti (biglietto 2,50 €), portano nel bel mezzo di queste antiche cave e nel bosco, in un itinerario naturalistico molto semplice ma unico nel suo genere.

Sentier d'Ocre Roussillon

Il percorso lungo il Sentier d’Ocre inizia con questa visuale dell’ex cava di ocra

I colori sono spettacolari: il rosso vivo dell’ocra risalta contro il cielo azzurro nelle belle giornate di sole, e la vegetazione verde a sua volta risalta per contrasto col rosso. Il punto panoramico da cui il sentiero si inoltra nella boscaglia offre senza dubbio la vista più spettacolare e scenografica, sull’anfiteatro ricavato nell’ocra dalla miniera in abbandono, ormai riconquistato dalla natura. Nel bosco poi il sentiero offre scorci sulle rocce ocra e consente di apprezzare la varietà della vegetazione – querce e pini in particolare – e del sottobosco.

Sentier d'Ocre, Luberon

Il rosso dell’ocra si intravvede nella boscaglia creando un bell’impatto di colore

Se si vuole approfondire l’esperienza nell’ocra, nei pressi di Roussillon si trova il Conservatoire des Ocres, una fabbica – l’Usine Mathieu – dove è possibile apprendere la lavorazione dell’ocra per estrarre il pigmento colorato. Nel paese di Gargas si possono invece percorrere le antiche gallerie per l’estrazione dell’ocra, in un percorso sotterraneo di gallerie scavate dall’uomo nella montagna. Infine, a Rustrel si può percorrere un altro sentiero nell’ocra, il cosiddetto sentier du Colorado: veri e propri canyon di ocra rossa e gialla, con i segni delle cave e degli impianti di lavorazione che qui erano installati tra il XIX e il XX secolo.

Roussillon

Il borgo di Roussillon

Il borgo di Roussillon offre dal canto suo la possibilità di una piacevole sosta per il pranzo o per uno spuntino: molto piccolo, arroccato sul suo rosso cucuzzolo di ocra, con gli edifici anch’essi rossi vuoi per il materiale da costruzione, vuoi per la polvere rossastra che inevitabilmente si solleva, è molto turistico, ricco pertanto di ristorantini e negozi di souvenir: un po’ snaturato, forse, ma ugualmente piacevole.

Roussillon

La piazzetta di Roussillon

Annunci

2 thoughts on “Roussillon, il villaggio dell’Ocra

  1. Pingback: Un wek-end coloratissimo in Provenza – domenica « Viaggimarilore

  2. Pingback: Provenza: 3 itinerari per l’estate | Maraina in viaggio

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...