Mestre: la porta di Venezia

Qualche post fa avevo dedicato spazio al modo per visitare Venezia in modo low cost. Non avevo però detto il più ovvio dei metodi low cost per soggiornare in Laguna: dormire a Mestre. Perché, se Venezia è cara, gli hotel Mestre sono economici, sicuramente più economici. Perciò, perché non partire da qui per organizzare il proprio week-end nella città più poetica d’Italia?

laguna venezia

La Laguna di Venezia vista dal treno che va a Venezia S.Lucia

Mestre è di fatto la porta di Venezia, tappa di transito imprescindibile per chi si reca nel capoluogo veneto, sia in macchina che in treno. Tutti i treni infatti, AV compresi, fermano a Mestre prima di concludere la loro corsa alla stazione di Venezia S.Lucia. Il tratto di treno, poi, non è così lungo, una decina di minuti al massimo, e il percorso è molto bello, tra l’altro, nel mezzo della laguna, con rare isolette disabitate e infestate da canneti, ambiente naturale tipico di queste parti a Nord del delta del Po: prima di perdersi tra le calli e i sestieri di Venezia, non può che fare bene un’immersione nell’ambiente naturale lagunare. Potete dunque decidere di prendere il treno, anche un semplice regionale che, proveniente da Trieste o da Venezia e dovendo terminare la sua corsa a Venezia S.Lucia, ferma per forza alla stazione di Venezia-Mestre. La stazione di Santa Lucia, ormai in Venezia, affaccia direttamente su Canal Grande, e siete così pronti per buttarvi nella mischia.

venezia

La vista su Canal Grande sul ponte appena fuori dalla stazione di Venezia S. Lucia

L’altra opzione per raggiungere Venezia da Mestre è andarvi in macchina: da Mestre esiste una lunga e diritta via che attraversa la Laguna – parallela alla ferrovia – che termina a Venezia in uno dei parcheggi di Piazzale Roma; la macchina naturalmente va lasciata qui, d’ora in avanti ci si muove a piedi per ponti e calli o in vaporetto sui canali. A mio parere, però, dato che l’auto in Venezia è inutilizzabile, non ha senso andare sino a Piazzale Roma con la macchina: tanto vale, allora, parcheggiare a Mestre, dove costa sicuramente meno e dove il collegamento via treno è talmente comodo da non far rimpiangere la comodità delle 4 ruote.

Naturalmente la sera, terminati i propri giri, occorre tornare sulla terraferma: se avete lasciato l’auto a Mestre, è bene sapere che i treni terminano le loro corse dopo mezzanotte (alle 00.36, per essere precisi..), mentre da Piazzale Roma partono i bus notturni, linea N (per gli orari è bene informarsi preventivamente a Piazzale Roma…).

Una soluzione che attuammo io e Lorenzo ormai 8 anni fa, in occasione della prima volta in cui ci recammo a Venezia, fu proprio di arrivare col treno a Mestre, qui sistemarci in un hotel poco distante dalla stazione, quindi di recarci a Venezia in treno. Girammo per Venezia tutto il giorno; a sera, dopo cena, tornammo sulla terraferma, stanchi ma felici della bella giornata trascorsa tra calli, campielli, ponti e canali.

E se poi vi va, un giro a Mestre può essere sicuramente una piacevole sorpresa: la città è ricca di monumenti, a partire dai Forti che circondano la città e continuando con le ville venete che una volta sorgevano nei dintorni e che oggi sono inglobate nella conurbazione. Perché, al contrario di quello che si può credere, Mestre non è la periferia di Venezia, ma una città a sé, con una sua propria storia e tradizione. Riconoscerla come a sé stante rispetto a Venezia è il migliore omaggio che si possa fare a Mestre quando vi si soggiorna.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...