Reef Walking at Heron Island

Paradiso sulla barriera corallina, isola corallina essa stessa, Heron Island è unica nel suo genere. È interamente costituita da coralli, la spiaggia è corallo sfranto, la marea sale e scende giornalmente e giornalmente modifica il paesaggio sommerso. E se durante l’alta marea i grandi vip della barriera, squali, razze e tartarughe marine, si avvicinano a riva per nutrirsi, durante la bassa marea solo i coralli, le stelle marine e i cetrioli di mare restano sotto il pelo dell’acqua. E così, se durante l’alta marea è possibile nuotare anche a pochi m da riva nell’acqua profonda e fare incontri di un certo rilievo, come branchi di pesci, e persino squali (i lemon shark) e razze, durante la bassa marea è interessante fare una passeggiata lungo il reef per scoprire le bellezze naturali del fondale.

races Heron Island

Le razze si avvicinano a riva durante l’alta marea

Ad Heron Island è il Resort stesso che organizza passeggiate guidate lungo il reef; è necessario essere dotati di scarpe chiuse per poter passeggiare in tutta tranquillità sul top della barriera, per due motivi: innanzitutto, perché non è piacevole per la pianta del piede camminare su un terreno che non è sabbioso, ma costituito da minuscole scaglie di corallo sbriciolato e, in secondo luogo, perché il top della barriera è popolato da un insignificante quanto mortale paguro che è bene non disturbare né toccare accidentalmente, dato che il suo pizzico è letale! Scarpa chiusa, dunque (e al Resort se ne trovano in vendita sia da uomo che da donna che da bambino). Per meglio apprezzare il fondale il Resort fornisce una sorta di lente di ingrandimento subacquea (chiamata seascope), che permette di vedere bene i colori e le forme di coralli e spugne, che non si percepiscono altrettanto bene attraverso il pelo dell’acqua increspata.

La visita guidata ha uno scopo non da poco: dà la possibilità di toccare con mano ciò che si può toccare e di capire cosa assolutamente non va fatto. La filosofia degli Australiani, che qui come altrove viene messa in evidenza, è che di animali pericolosi o addirittura letali è piena sia la terraferma che il mare: il solo modo per evitare problemi è non andarseli a cercare, ovvero non provocare gli animali potenzialmente pericolosi con atteggiamenti rischiosi o senza gli accorgimenti necessari. La visita guidata perciò è una brillante possibilità, in tutta sicurezza, di poter interagire con quel magico mondo sommerso che è quello della barriera corallina.

reef walk Heron Island

Il paesaggio sommerso lungo la reef walk ad Heron Island

Anche se i protagonisti sono spugne e coralli – alcuni molto belli e colorati, altri ramificatissimi, tutti all’insegna della varietà e della vivacità di colori – i vincitori del premio simpatia sono i cetrioli di mare. Piccoli e neri, oppure enormi e maculati, questi vermoni sono viscidi al tatto, simili a grossi bruchi lucidi; si nutrono delle impurità che si annidano sul top della barriera e contribuiscono quindi alla buona respirazione dell’ecosistema. Se attaccati, sputano letteralmente un filamento che si solidifica all’istante, stupefacente per quanto è elastico e resistente.

Le stelle marine fanno invece tutt’altra impressione al tatto: sono rigide, sembrano di plastica! Sono gli animali più noti dei fondali marini di tutto il mondo, eppure quanto poco ne sappiamo! Sono diversissime l’una dall’altra, blu, arancioni, maculate…si muovono sul fondale spostandosi con i loro tentacoli a caccia di cibo, mentre la bocca si trova sul lato rivolto verso il fondale.

Ma l’abitante più affascinante è senza dubbio la tridacna: è una conchiglia piuttosto grande, bivalve dalla caratteristica forma ondulata delle due valve. Non si trova una tridacna identica a se stessa sul top della barriera, in quanto varia da una all’altra il colore del mollusco che la abita: verde, arancio, viola intenso, i colori sono molteplici e dovuti alle alghe zooxanthellae (le stesse che determinano i colori dei coralli) che vivono in simbiosi col mollusco.

reef walk heron island

coralli sotto il pelo dell’acqua – reef walk Heron Island

Una reef walk guidata può durare all’incirca 2 ore. Se si decide di fare da soli, magari però dopo aver assistito alla passeggiata guidata, non mancano le raccomandazioni: camminare, con le scarpe chiuse, solo sulla sabbia corallina, e sui sentieri naturali formatisi nella sabbia. Vietato toccare gli animali, per la propria e per la loro incolumità, e vietato portarsi via dei souvenirs come conchiglie di tridacna abbandonate o frammenti di coralli. L’equilibrio ecologico dell’isola dipende dai suoi abitanti e dai suoi ospiti occasionali, cioè noi.

Advertisements

One thought on “Reef Walking at Heron Island

  1. Pingback: Heron Island, l’isola delle tartarughe « Viaggimarilore

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...