Australia: 10 imperdibili esperienze “into the wild” – 2° parte

Ricomincia da qui la lista delle nostre esperienze nella natura in Australia (le altre 5 sono qui). Esperienze wild, per così dire…

6) Guidare lungo la Meerenie Loop Road: 150 km di sterrato da percorrere su jeep, col sole del mattino che batte implacabile, attraversando paesaggi rossi per la terra del deserto, neri per gli alberi bruciati dai fuochi controllati degli aborigeni che tu non vedrai mai (solo ad Hermannsburg, quando la strada verso Alice Springs è ormai di nuovo asfaltata), ma che sono qui e continuano a preservare e a controllare una terra che da sempre dà loro sostentamento e vita.

Meerenie Loop Road

La Meerenie Loop Road

7) In chiatta sul billabong: il coccodrillo è l’attrazione che più di tutte richiama i turisti nel Kakadu National Park; ma è ben poca cosa rispetto all’infinita varietà di fauna che vedrete: gli uccelli palustri sono tantissimi e sono proprio loro i veri protagonisti di questa lenta navigazione. Sì, il coccodrillo ogni tanto appare e scompare, ci mostra la cresta terrificante e si immerge di nuovo, mentre gli uccelli, dalle anatre ai trampolieri ai martin pescatore ai rapaci svolazzano, nuotano, stanno a riva, pescano, in una vitalità e vivacità che è meravigliosa, in un paesaggio che per via delle stagioni (la secca, quella delle piogge, quella umida…sono 6 in totale), non è mai identico a se stesso. Sublime e meraviglioso spettacolo della natura.

il billabong nel Kakadu National Park

La vegetazione del billabong nel Kakadu National Park

8) In treno verso Kuranda: la storia della ferrovia storica di Kuranda è tormentata dalle disgrazie tipiche degli incidenti sul lavoro come potevano verificarsi agli inizi del Novecento, tra crolli di gallerie e sabotaggi. Del resto, un’impresa ingegneristica così titanica per i tempi in cui fu realizzata doveva pagare pegno… oggi che la linea non è più utilizzata per servire le miniere dell’interno di quest’area del Queensland, la Kuranda Railway è diventata un’attrazione per la bellezza del paesaggio che attraversa: in mezzo alla foresta pluviale, sale in alto fin quasi in montagna, lambisce cascate spettacolari e si apre su intensi squarci di natura incontaminata.

9) Vedere le tartarughe di mare a Heron Island: se capitate nella stagione giusta, che corrisponde ai mesi di novembre-marzo, vi imbatterete dapprima nelle tartarughe adulte che vanno a deporre le uova, poi nelle tartarughine neonate che affrontano la prima sfida della loro vita, la corsa verso l’oceano. Se capitate in ottobre, invece, come abbiamo fatto noi, potete comunque vedere la testolina della tartaruga fare capolino dall’acqua durante l’alta marea oppure le impronte lasciate sulla sabbia mentre cerca un luogo adatto al nido poco distante dalla riva. Ed è anch’essa un’emozione non da poco…

10) Fare snorkeling insieme agli squali: detta così sembra una cosa folle, ma per noi che ne siamo usciti indenni ora ci sembra tutto sommato normale. Ad Heron Island, isola della barriera corallina australiana, fare snorkeling è un imperativo categorico: durante l’alta marea bisogna indossare la muta, le pinne la maschera e il boccaglio e tuffarsi nelle acque antistanti la spiaggia. Vedrete un fondale meraviglioso (soprattutto se è la prima volta che fare snorkeling), pesci di ogni sorta e coralli dai vivacissimi colori. E vi capiterà, vi potrà capitare, che vi passi accanto qualche squalo. Ma state tranquilli, il Lemon Shark, lo squalo della barriera, si avvicina a riva durante l’alta marea per mangiare, certo, ma non voi: siete grossi quasi quanto lui, non valete la pena. Allontanatevi il più in fretta possibile, quello sì, non provocatelo (ma che ve lo dico a fa’?) e tutto andrà bene. E soprattutto avrete una bella storia, intensa, da raccontare ai nipoti.

heron island

L'alta marea è il momento ideale per fare snorkeling

Queste le 10 “wild experiences” che noi abbiamo sperimentato durante il nostro viaggio di nozze in Australia e che consigliamo vivamente a tutti voi che volete intraprendere un viaggio in questo continente. La natura qui regna sovrana, gli australiani lo sanno e ci convivono tranquillamente, consci di essere parte di un tutto che va rispettato e condiviso. Imparare a rispettare l’ambiente, la natura e i suoi abitanti, imparare a stupirsi delle piccole e delle grandi cose, apprezzare le novità ed essere aperti a nuove esperienze: questo è viaggiare in Australia.

One thought on “Australia: 10 imperdibili esperienze “into the wild” – 2° parte

  1. Pingback: Australia: 10 imperdibili esperienze “into the wild” – 1° parte « Viaggimarilore

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...