C’é souvenir e souvenir…

Firenze e Pisa non ne possono più di vedere i propri simboli cittadini, il David e la Torre, usati impropriamente sul merchandising dei venditori ambulanti di souvenir. In particolare i prodotti che ritraggono le parti intime del David e i boxer che sfruttano l’immagine della torre come simbolo fallico sono al centro della polemica: offensivi del pudore e non solo, perché usare la torre di Pisa, che é, é bene saperlo, il campanile del duomo di Pisa, é anche alquanto blasfemo.
Divertenti senz’altro, i gadgets con gli attributi del David sono quelli che attirano di più l’attenzione, che suscitano ilarità, che hanno successo tra le comitive di studenti che si riversano in città in primavera e tra le torme di turisti stranieri che inondano le vie, le piazze, il Mercato di San Lorenzo. Ma sono questi i veri souvenir di Firenze? Vale la pena di ricordare Firenze, una volta tornati a casa, attraverso questi oggetti kitch, divertenti, forse, ma assolutamente non identificativi della città?
Perché il vero souvenir di Firenze é un oggetto in pelle conciata, un oggetto in carta preso in una delle tipografie storiche della città, é un piccolo oggetto in commesso fiorentino – una particolare tecnica di intarsio con pietre dure – oggetti veri, che parlano della città, di ciò che é e che rappresenta: un po’ triste, quindi, dover pensare che Firenze é ricordata nel mondo per gli attributi del David..

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...