ORCHE, OTARIE, DELFINI: L’OCEANO? NO, MARINELAND!

Spettacolo! A pochi km da Nizza e ancora meno da Antibes c’è un parco divertimenti davvero fuori dagli schemi: riunisce grandi e piccini in egual misura, li commuove, li esalta e li diverte. È Marineland, in Costa Azzurra, un parco che è insieme parco acquatico, delfinario, acquario, museo, minigolf e altro ancora!

Chi non ha mai sognato di vedere da vicino i delfini? E le orche temibilissime? Eppure tutti i giorni questi splendidi animali si esibiscono davanti a migliaia di persone estasiate, fanno evoluzioni nell’acqua della piscina, saltano, nuotano, scherzano con il pubblico. I bambini sono affascinati e le mamme non possono far altro che comprare loro il peluche dei loro beniamini!

Ma andiamo con ordine. Il parco di Marineland è organizzato in una serie di settori, e la giornata è scandita dagli orari delle esibizioni degli animali. A titolo di esempio vi racconto la nostra giornata di ieri, di puro e insolito divertimento.

Arriviamo al parco alle 11.30. Facciamo il biglietto – che è costoso, sì, ma vale tutti gli euro spesi – e ci buttiamo nella mischia. Prima tappa lo spettacolo delle orche, che sta per iniziare. Animali ferocissimi in natura, per nulla inferiori allo squalo per cattiveria, le orche sono bellissime, nere e bianche, lucidissime gigantesche. Inutile dire che lo spettacolo è entusiasmante: per 30 minuti questi giganti del mare saltano, schizzano, si tuffano al comando di bravissimi istruttori, mentre il pubblico in delirio non fa altro che scattare foto all’impazzata (eh sì, questa è una nota autobiografica). Finito lo spettacolo, ne vediamo un altro, quello delle otarie, simpatiche fochine che si esibiscono in uno spettacolo comico sulla falsa riga dei Flinstons. Non è senz’altro spettacolare come le orche, ma è molto divertente, le risate coprono gli applausi per questi buffi esserini.

marineland

Prima di andare a vedere il terzo spettacolo, quello dei delfini, ci infiliamo nell’acquario. Pare che tutti abbiano avuto però la nostra stessa idea, perché c’è un affollamento incredibile e di fatto non riusciamo a goderci appieno uno spazio che meriterebbe forse più attenzione. I pesci tropicali hanno sempre il loro fascino e quest’acquario, per quanto piccolo, è comunque di tutto rispetto.

Quando usciamo, un po’ frastornati, andiamo ad accaparrarci gli ultimi posti all’ombra nell’arena dei delfini. Tra poco inizierà lo spettacolo, ma gli animali più simpatici dei sette mari sono già lì che saltellano frenetici, impazienti di cominciare. Ecco dunque che comincia lo spettacolo. E i delfini non deludono le aspettative: tuffi, salti mortali, salti dentro al cerchio, lancio dell’istruttore, scherzi a danni del pubblico più vicino alla vasca…chi più ne ha più ne metta: il repertorio di evoluzioni è vastissimo e la mezz’ora di spettacolo vola in un attimo.

marineland

Dopo la pausa pranzo facciamo un giro tra gli animali dello zoo: uno zoo ovviamente tematico perché abbiamo le otarie, gli elefanti marini (foche decisamente oversize), i pinguini e i pellicani, e non manca la vasca con le razze.

Poi ci avviamo verso il tunnel degli squali. È uno spettacolare acquario in cui gli animali nuotano a destra, a sinistra e sopra le nostre teste! Noi passiamo in mezzo a squali di tutti i tipi, e camminando sotto di loro possiamo vedere la loro cattivissima dentatura e restare a dir poco impressionati, soprattutto se pensiamo a cosa potrebbero dire loro guardandoci (qualcosa del tipo “ah, se non ci fosse questo vetro tu saresti già polpette dentro il mio stomaco” o qualcosa del genere). Turbati, ma non per questo con meno entusiasmo, andiamo a vedere molto velocemente il piccolo museo del mare, quindi i negozietti di souvenirs/gadgets, decisamente costosissimi, e infine abbandoniamo questa sezione del parco per andare al minigolf. Anche il minigolf è spettacolare, nel senso che ha una bella scenografia e una bella ambientazione, che fanno venire ancora più voglia di giocare.

marineland

La nostra giornata a Marineland termina qui, ma non abbiamo fatto tutto: ci manca l’acquapark, un parco acquatico con scivoli, toboga, spiaggetta, piscine a non finire…l’ideale nelle calde giornate di agosto! Per andare via passiamo ancora davanti all’ultima attrazione, la fattoria del Far West, dove i bambini possono giocare con gli animali della fattoria, fare il percorso sul fiume e varie altre amenità.

Giornata spettacolare davvero! Un modo senz’altro diverso e insolito di passare una giornata di agosto in allegria e relax!

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...