Malta: spiagge e archeologia – 1 parte

Chi ha detto che Malta è un luogo da ragazzini, per divertirsi e basta? Chi ha detto che a Malta ci si va solo per i corsi di Inglese organizzati per liceali e universitari? Sarebbe riduttivo. Malta offre molto di più. È solo St. Julians, a ben guardare, la culla del divertimento e della movida per adolescenti e post-adolescenti che di giorno studiano Inglese e la sera – o in spiaggia – mettono in pratica i loro progressi linguistici abbordando a destra e a manca.

Ma Malta non è solo questo.

Malta è una splendida meta per chi ama le isole del Mediterraneo e le sue spiagge. L’arcipelago maltese offre infatti delle baie deliziose, splendide non solo per il loro essere spiagge con un mare stupendo, ma proprio per gli squarci di paesaggio che creano. La più famosa è senz’altro la Laguna Blu di Comino – raggiungibile in battello dalla punta più alta di Malta, Cirkewwa – un piccolo angolo di paradiso che però dalle 10 del mattino si popola di turisti. Se a quel punto la calca vi dà noia, fate come noi: attraversate l’isola (veramente piccola) e troverete un’altra baia, che poco ha da invidiare alla Blue Lagoon: Santa Marija Bay.

Santa Marija Bay

La spiaggia di Santa Marija, Comino

Un’altra spiaggia è, su Malta, Golden Bay, enorme, immensa, una vera grande spiaggia. Qui il mare è mosso, grandi cavalloni che danno l’impressione di una spiaggia oceanica. Impressione che è confermata dal grande bar sulla spiaggia che serve frutta fresca e fa happy hour a tutte le ore.

E poi c’è la caletta di Ghar Lapsi, uno specchio d’acqua incastonato tra gli scogli e frequentato dai Maltesi. Acqua verde limpida, snorkeling assicurato.

Se ci trasferiamo a Gozo andiamo a Nord dell’isola, in quell’angolo assurdo che vede riunite tutte  insieme l’Azure window, il Fungus Rock e Inland Sea. È proprio qui che dovete venire, in questo lago salato che riceve acqua da una spaccatura nella roccia da cui prorompe il mare…

Nel prossimo post l’altro motivo per cui vale la pena visitare Malta: i suoi siti archeologici.

Advertisements

2 thoughts on “Malta: spiagge e archeologia – 1 parte

  1. Pingback: Malta: spiagge e archeologia – 2 parte « Viaggimarilore

  2. Pingback: Gozo, l’isola di Calipso « Viaggimarilore

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...