Villa Demidoff, relax e natura alle porte di Firenze

C’era una volta una villa Medicea in una località, Pratolino, vicino al Monte Morello, una delle estreme propaggini dell’Appennino Tosco-Emiliano. La villa era immersa nel verde, fuori dalla città quel tanto che bastava al Signore di Firenze per dedicarsi al riposo, all’ozio inteso in senso intellettuale, alla distrazione. Mi immagino il Signore di Firenze, Francesco I, che passeggia tra i sentieri immersi nel bosco ordinato, o tra i vialetti del giardino all’italiana, qui un ninfeo, lì le stalle, mentre una superba e gigantesca roccia animata, che si erge dal nulla, il Colosso dell’Appennino, Signore assoluto di queste terre – opera di un artista di rilievo quale il Giambologna – gli ricorda che sovrana assoluta è la Natura, nonostante gli sforzi umani di abbassarla al nostro volere.

villa Demidoff

il Colosso dell'Appennino a Villa Demidoff

Della villa medicea originale rimane più poco (un dipinto che la ritrae si trova al Museo Firenze com’era, a Firenze). Anche il nome è cambiato, è divenuto Villa Demidoff, dal nome della famiglia russa dei Demidoff che nell’Ottocento acquistò la tenuta ormai in decadenza; oggi è un parco pubblico, ad ingresso gratuito, aperto tutti i sabati dell’anno più le domeniche nei mesi estivi. Si può venire per un pic-nic nel prato, oppure semplicemente per passeggiare o per leggere un libro all’ombra di un albero secolare, se si è fortunati si riesce anche ad avvistare un daino, com’è successo a noi, per esempio.

A rendere maestoso e bello il parco concorsero, nella storia della villa medicea, alcune tra le più importanti personalità artistiche della Firenze cinquecentesca: lo scultore Giambologna che, si è già detto, realizzò il Colosso dell’Appennino, e l’architetto Bartolomeo Buontalenti, che a Firenze è noto soprattutto per il gusto gelato che da lui ha preso il nome.

Per una gita fuori porta in una bella domenica di primavera la villa medicea di Pratolino è una bella esperienza, anche per famiglie con bambini. Provare per credere!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...